ENERGIA 4.0 Corridonia (MC) Italy.

Lun-Ven, 8.00-13.00 - 14.00-18.30

Impianti di Cogenerazione e Trigenerazione

Produrre elettricità e calore da un’unica fonte.

La cogenerazione


Cogenerazione e Trigenerazione Energia 4.0

La cogenerazione (Combined Heat and Power, CHP) converte, con un unico processo di produzione, il gas metano in energia elettrica e calore, risultando la risposta più efficiente per l’azienda e garantendo risparmio sui costi dell’energia (fino al 30%), dei consumi (35% – 40%) e vantaggi ambientali.
I vantaggi per un impianto di cogenerazione sono molteplici:
– Risparmio sul macchinario e sull’esercizio del medesimo, perché non occorre installare una caldaia, seguirne la manutenzione, ecc. per la produzione di calore.
– Risparmio sulle fonti energetiche, perché non è necessario acquistare energia elettrica dalla rete.
– Risparmio sui consumi energetici, perché si utilizza un’unica fonte primaria di combustibile efficientando la dispersione del calore durante la trasformazione.
– Risparmio per la distribuzione e il trasporto dell’energia, perché l’impianto è localizzato vicino all’azienda.
– Risparmio economico grazie agli incentivi previsti per chi investe nei sistemi cogenerativi.
– Indipendenza energetica in modalità stand alone.


Il sistema di cogenerazione utilizza il calore disperso da motori termici per la produzione di corrente elettrica. L’energia data dalla dispersione, viene convertita, tramite la termodinamica, in energia meccanica e, successivamente, in energia elettrica attraverso generatori. Per il corretto procedimento del sistema non tutto il calore può essere trasformato in lavoro e, una volta dissipato, l’energia viene recuperata per la cogenerazione.
L’Autorità per l’Energia Elettrica (AEEG) definisce gli indici prestazionali per definire un impianto di cogenerazione, affinché sia certificato l’effettivo risparmio e l’equilibrio tra le energie prodotte.
Semplificando, un impianto di cogenerazione è composto da:
– motore;
– generatore elettrico;
– scambiatori di calore.
I motori maggiormente utilizzati per le applicazioni industriali sono:
– turbine a vapore;
– impianti a ciclo combinato turbina a gas/turbina a vapore.
Quelli solitamente impiegati per sistemi di mini e micro-cogenerazione ed impianti di potenza elevata sono:
– motori a combustione interna
– turbine a gas;
In un campo fortemente legato all’innovazione di metodo e processo, il mercato offre nuove tipologie di motori come:
– turbogeneratori ORC;
– microturbine;
– impianti con celle a combustibile (fuel-cells);
– impianti con motori Stirling.

Cogenerazione e risparmio
Scegliere la cogenerazione per l’autoproduzione energetica significa valutare diversi elementi per comprendere il sistema e le dimensioni più idonee al proprio fabbisogno, come:
consumo energetico, carico elettrico e termico, potenza massima richiesta, curve di carico giornaliere, mensili e stagionali.
A questo punto vanno effettuate simulazioni per le diverse ipotesi d’impianto, per verificare fattibilità tecnica, economica ed efficienza/ rendimento.
Questo permette di prevedere tempestivamente eventuali criticità date da fattori poco performanti, se non addirittura svantaggiose, come ad esempio possono essere la distanza dell’utenza termica, la compatibilità delle temperature, la flessibilità dell’impianto, la convenienza contrattuale di fornitura e cessione dell’energia.

Inoltre è importante ricordare che la richiesta di energia termica ed elettrica deve essere contemporanea.

La micro-cogenerazione
Con un range di potenza dal kilowatt ai megawatt, la micro-cogenerazione è rivolta soprattutto all’uso domestico, residenziale ed aziendale, per la produzione di calore, destinando l’elettricità, spesso prodotta in eccedenza, alla vendita sulla rete.
Le recenti innovazioni nella micro-cogenerazione offrono macchine termiche più piccole ed efficienti.
La trigenerazione
La trigenerazione (Combined Cooling, Heating and Power, CCHP) è l’evoluzione tecnica della cogenerazione combinando, in un unico processo, energia elettrica, termica e frigorifera.
Incentivi e vantaggi fiscali
Un impianto di cogenerazione deve attestare un Indice di Risparmio Energetico (IRE) e un Limite Termico (LT) superiori ai valori fissati dalla normativa (la Direttiva 2004/8/CE e il D. Lgs. 20/2007), così da certificare che il risparmio di energia primaria è superiore a quella necessaria in caso di produzione separata per le stesse quantità di energia elettrica e di calore.
Gli incentivi e i vantaggi fiscali riguardano:
– priorità nel dispacciamento dell’energia elettrica immessa in rete;
– esenzione dall’obbligo di acquisto dei Certificati Verdi;
– tariffa onnicomprensiva fissa per la durata di 20 anni;
– defiscalizzazione del combustibile utilizzato;
– conseguimento gratuito di “certificati bianchi” o “titoli di efficienza energetica” (TEE).

Energia 4.0 è il partner per la tua energia
La nostra azienda realizza impianti di cogenerazione, micro-cogenerazione e trigenerazione avvalendosi di fornitori certificati e seguendo tutte le normative vigenti in materia di sicurezza ed affidabilità. Non offriamo soluzioni standard, ma valutiamo attentamente le necessità e le potenzialità di ogni richiesta per proporre il sistema più efficiente ed economicamente vantaggioso.
Offriamo soluzioni per abitazioni e strutture commerciali, sportive, ricettive e industriali, con servizi di:
– sopralluogo gratuito per dimensionare l’impianto in base alle normative;
– preventivo gratuito;
– progettazione e direzione lavori;
– rilascio della dichiarazione di conformità degli impianti realizzati nel rispetto delle norme ed assistenza post realizzazione.